LE AQUILE QUARTO

Le Aquile Quarto compiono 10 anni

Colori, musica, sapori, allegria. Sono stati gli “ingredienti” della festa per i primi 10 anni de Le Aquile di Quarto svoltasi nell’area esterna della scuola primaria “Lorenzo Milani”. Palloncini verdi e gialli (i colori della Protezione Civile), la tenda da campo (usata in diverse esercitazioni), i gazebo forniti dalla contrada Quarto Centro hanno fatto da cornice all’evento animato dalla musica proposta dal volontario Diego Ruggiero, dai giochi per bambini suggeriti dagli animatori di Casper. Tra uno scherzo, una battuta, una risata l’opportunità di gustare le prelibatezze (panini con salsicce, pizzette, rustici) preparate dai volontari con la collaborazione gioiosa, entusiasta di Giovanna Vitiello e Tiziana Berrini. “Ringrazio tutti coloro che sono intervenuti testimoniandoci così ancora una volta il vostro affetto, apprezzamento per il nostro operato – commenta il presidente Anna IaccarinoUn grazie particolare a tutte le persone che ci hanno aiutato per realizzare questa serata: Casper Animazione, il centro AIAS Teresa Baiano (i ragazzi hanno realizzato le splendide mattonelle colorate che sono state donate ai presenti), Nando Lucia, i miei soci e Giovanna e Tiziana per l’enorme mano che mi hanno dato in cucina. Grazie di cuore a tutti. Insieme abbiamo vissuto una bella serata. Mi sono emozionata in diversi momenti – rivela – La proiezione del video che raccontava le iniziative svolte in questi due lustri, la torta con il brindisi con i miei soci”. Intorno a lei c’erano gli operatori della sua “squadra che la fanno essere ciò che è divenuta” come ha postato, una decina di giorni fa, su facebook, ma è altrettanto vero il contrario: senza il suo entusiasmo, voglia, vitalità, dinamismo, impegno, essere coinvolgente, puntigliosa, precisa, questa sede operative non avrebbe la credibilità odierna. “Da quando conosco quest’associazione sono stato sempre impressionato dalla sua crescita – ha sottolineato il maresciallo capo Gaetano Casolaro – Tutti noi del Comando della Polizia Municipale siamo molto soddisfatti del comportamento tenuto da questo gruppo in tutte le iniziative per le quali li abbiamo attivati. Abbiamo avuto sempre la massima disponibilità, entusiasmo, attenzione. Auguro a Le Aquile Quarto di continuare su questa strada e di crescere ancora coordinate dal suo presidente che è da premiare per la determinazione, l’impegno, la prontezza nell’affrontare ogni situazione”. Al posto giusto al momento opportuno con quella professionalità riconosciuta anche dagli esponenti delle altre realtà intervenute: Protezione Civile Comunale, Quarto Soccorso, ANC Quarto, AISA Quarto, centro AIAS, ex soci, contrade Quarto Centro e Bivio, FC Scuola Team Quarto, delegazioni delle sedi operative Le Aquile di Pozzuoli, Bacoli, Casoria, il presidente nazionale Antonio Maggio ed il professor Enrico Apa che, di questo gruppo, è stato il primo presidente. “Onestamente non credevo che quel progetto potesse durare 10 anni – ha ammesso – Nacque come un PON rivolto agli studenti e fu svolto con tanto entusiasmo e molte difficoltà. Non ci aspettavamo che proseguire a lungo e ciò è stato possibile grazie alla tenacia di Anna che è stata grande nel non demordere nei momenti di difficoltà ed alla sua capacità di aggregare tanti volontari vogliosi di proseguire quest’opera”. Passato questo momento di meritata gioia, il gruppo è già a lavoro per nuove idee da proporre alla cittadinanza, fedele al motto “Aiutaci ad aiutare”.

La sede operativa di Quarto de Le Aquile compie 10 anni. Sono trascorsi ben due lustri da quando 30 studenti dell’allora sede locale dell’Istituto Pareto (dopo aver partecipato ad un progetto sulla Protezione Civile) divennero i primi soci di questa realtà. “Iniziai quest’avventura per gioco – rivela Anna Iaccarino (membro del primo nucleo, presidente dal 2010) – Non sapevo chiaramente cosa significasse la parola Protezione Civile, ma sapevo che ogni giorno che avrei indossato la mia pettorina (prima) e la divisa (poi) avrei compiuto qualcosa di buono per gli altri”. E questo spirito l’ha accompagnata anche quando le dinamiche della vita hanno spinto diversi volontari ad abbandonare il progetto. Lei scelse di continuare a far vivere questa sezione, superando tantissime difficoltà, che hanno forgiato lei e Le Aquile che “nel 2010 sono tornate a volare più forti di prima con l’unico fine di aiutare il prossimo senza alcun scopo di lucro”.

Oggi sono “una bella realtà per questo territorio, aria pulita in un paese pieno di smog”. Gli operatori sono al fianco della cittadinanza in tanti momenti. Sono attivati per le processioni delle Parrocchie, per la via Crucis, per il Corpus Domini, per le iniziative sociali (fiaccolate per la legalità, Bimbinbici, festa patronale, sagre, eventi scolastici). In questo decennio hanno organizzato convegni sulla Protezione Civile impartendo tante nozioni alla collettività, l’esercitazione “Zona Rossa”, l’Eagle Camp, sostenuto le campagne dell’Unicef, dell’AIDO, dell’AISP, collaborato attivamente con il Centro AIAS Teresa Baiano di Quarto (i cui ragazzi hanno contribuito alla preparazione della festa), con la Chiesa San Castrese aiutando il parroco e gli altri gruppi quando richiesto. “E’ un’emozione continua – prosegue – Sono sensazioni forti, anche contrastanti, difficili da esprimere a parole. Ci sono momenti toccanti il cui il cuore si stringe, ma devi essere forte, lucido e, senza farti prendere dall’ansia, devi agire per il bene del prossimo. Un’esperienza che ti aiuta a crescere, cambiare. Personalmente è stato così e l’ho notato anche in altri colleghi che hanno la mia stessa passione”. Quella voglia che ti porta a non preoccuparti dell’ora tarda, a non sentire la stanchezza, ad operare sempre e comunque sul tuo territorio di competenza o in altri quando sei attivato dalla Regione Campania (presso il cui albo questa sede è iscritta dal 2011). Un lungo ed importante cammino che sarà rivissuto nella serata evento in programma venerdì (ore 18) presso l’area esterna della Scuola “Lorenzo Milani” di via Kennedy 53 dove c’è una delle due sedi operative. Una festa con luci, colori, musica, tanta allegria, divertimento (assicurato anche dagli animatori della Casper Animation), diverse sorprese, da vivere con quanti (singoli cittadini ed associazioni) sono stati vicini a questo gruppo (in molteplici modi) in questo decennio.

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.

 

IL VIDEO DELLA FESTA CON L’INTERVISTA AL PRIMO PRESIDENTE





Commenti