FESTIVAL DELLA MAGIA 2014

Il primo Festival della Magia

Debutto eccezionale per il 1° Festival della Magia Città di Quarto. In 10 giorni l’associazione Casper con il coordinamento del presidente Daniele Maffettone e di Francesco Matteo e la regia di Vincenzo Dottorini ed il supporto logistico de Le Aquile di Quarto ha pianificato a 360° un evento unico per questo paese e non solo che ha entusiasmato i presenti. I già positivi dati della prevendita sono stati integrati con gli ulteriori ticket staccati all’ingresso della sala Sabatino del plesso “Lorenzo Milani” (fornita dall’omonimo Istituto Comprensivo) di via Kennedy 53. Alla fine sono stati 140 gli spettatori che hanno riempito la bella struttura godendosi oltre 2 ore di sano divertimento. Risate per adulti e bambini che sono stati coinvolti sia nei numeri di magia sia nei piccoli sketch inediti sulla magia e sull’essere prestigiatore proposti da Dottorini con il giovane e spumeggiante magocomico Michele De Rosa. Forte, toccante il monologo iniziale con la lettera che un bimbo, gravemente malato, scrive alla madre dicendole, tra l’altro, che lui vuole vivere. “Siamo tutti figli della compassione e – ha detto Daniele Maffettonecome tali dobbiamo la nostra vita a qualcuno che, da piccoli quando non potevamo ne mangiare ne camminare da soli, si è preso cura di noi facendoci crescere fnchè non siamo diventati indipendenti. Fortunatamente quando cresciamo non tutti dimenticano quanta sia stata vitale questa compassione per la propria sopravvivenza e quella degli altri. Molti sono qui questa sera”. Un’apertura che ha dato il senso della serata finalizzata a raccogliere fondi per l’attività di volontariato di Casper che raccoglie cibo ed indumenti per le famiglie bisognose, ma soprattutto, ogni settimana, si reca in 3 ospedali (il Pausillipon ed il Policlinico a Napoli, Umberto I di Nocera, al Centro Fernandez di Castel Volturno e periodicamente al Centro Il Traguardo di Quarto. “Iniziative eseguite senza scopo di lucro – ha ribadito Maffettone – Gli animatori donano il loro tempo e la loro “arte” gratuitamente ricevendo il solo rimborso della benzina. Con questi fondi ci garantiamo altri 5 mesi di attività che, comunque, proseguirà ad oltranza con il mio impegno. Una nobile causa condivisa dagli artisti che hanno accettato con gioia, entusiasmo il nostro spassionato invito e dagli spettatori che sono stati tanti, non mi aspettavo questo riscontro. Sentirvi vicini mi rende orgoglioso mi invoglia a fare sempre di più e “simbolicamente” stringo la mano ad ognuno di loro e ringrazio tutti coloro che hanno lavorato sodo per realizzare quest’ evento”. Un progetto reso possibile dall’impegno di uomini e donne che hanno realizzato le scenografie, curato gli effetti luminosi e musicali, il servizio fotografico, le riprese audio video, la grafica e la comunicazione. Cuore pulsante del team è stato Francesco Matteo. “Sono fiero di ciò che abbiamo fatto. Abbiamo gremito il teatro regalando sorrisi ai numerosi presenti ed ai molti bambini che ci attendono negli ospedali”. Spesso la solidarietà non è creduta, presa sul serio, compresa. Domenica sera è stata data una bella dimostrazione di come si può fare tanto con le giuste risorse coinvolgendo persone sensibili a queste tematiche prima che grandi artisti, noti nel panorama regionale e nazionale. Sul palco si sono alternati, con le proprie diverse magie (tutte apprezzate): Herry Potter (Carmine Di Giacomo), Galfys (Gaetano La Femina), Mago Fofficino (Alfonso Sergio), Mago Tobia (Gioacchino Crispano), Miss Angie (Mariangela Fedele), Kevin (Ciro Ambrosano), Franky Mattew (Francesco Matteo), Harley (Raffaele Rivieccio).

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.





Commenti