Lo studio è la base per costruire il proprio futuro

Applausi e complimenti per tutti gli studenti premiati questo pomeriggio nella tradizionale cerimonia in cui il Comune di Occhiobello ed i centri culturali autonomi “Azzurro” e “Arcobaleno” (ospitante per quest’edizione) li omaggiano per i risultati conseguiti nell’ultimo anno di ogni ciclo didattico. Sono più di due decadi che si rinnova quest’appuntamento che presenta numeri sempre migliori a testimonianza della crescita continua, costante della preparazione dei ragazzi che, inoltre, si confermano ad ogni step. “E’ un buon augurio per il loro futuro – sottolinea l’assessore alla pubblica istruzione Silvia FusoLa scuola primaria e la successiva secondaria conferiscono ai nostri giovani quel bagaglio di nozioni che porteranno sempre con loro. I docenti, inoltre, li indirizzano al meglio verso l’indirizzo delle superiori migliore per le loro capacità. Oggi c’è un’offerta formativa molto vasta per rispondere a tutte le esigenze”, le richieste del mercato del lavoro sempre in evoluzione. Per essere al passo con i tempi si aggiorna, muta anche la scuola con contenuti e metodi nuovi, progetti adeguati, approfonditi. Ciò trova il gradimento degli allievi e delle famiglie che sono al loro fianco. “I ragazzi hanno sempre bisogno del forte supporto dei genitori, ma – afferma la professoressa Sondra Coinzi, rappresentante del locale Istituto Comprensivo diretto dalla dottoressa Elena Papa – quando c’è unione, sinergia tra loro, noi, i centri culturali e le istituzioni amministrative è sempre un gran bene per i giovani. In questo territorio le varie anime della comunità sono sempre più legate ed è una bella soddisfazione”. Un esempio concreto è la presenza nel bellissimo salone del centro culturale di via Buozzi di ben 3 esponenti della giunta (l’assessore ai lavori pubblici Davide Valentini, il collega al turismo, alla comunicazione Irene Bonomi oltre alla già citata Fuso), del tenente della Guardia di Finanza Ioan Lami, di due carabinieri della cittadina stazione, di Matteo Rangon (sindaco del consiglio comunale dei ragazzi) che, congratulandosi, con i “colleghi” li ha invitati a “continuare” ad impegnasi “tanto, costantemente nello studio che è la base per costruire il nostro futuro, far avverare i sogni”. Ne hanno diversi nel cassetto questi bambini e teen agers che, con gioia, hanno mostrato gli attestati ricevuti ai parenti e non solo intervenuti a quest’incontro che è stato impreziosito dagli intermezzi musicali proposti dalle Corde Celtiche  (ensemble composto da giovani musicisti provenienti dall’orchiesta ichitarrisimi) che ottennero il primo premio assoluto (con 98/100 di giudizio) nel concorso internazionale per giovani musicisti “Un po di Note” svoltosi ad Occhiobello il 25 marzo scorso.

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.

FOCUS SULL’AUTORE DELL’ARTICOLO:

La Redazione





Commenti