Approvati gli orti urbani

Orti comunali per favorire la partecipazione dei cittadini alla vita collettiva e creare momenti di aggregazione. Il consiglio comunale ha approvato il regolamento che pone criteri e punteggi di assegnazione degli orti, individuati in un’area pubblica verde compresa tra viale Stazione e il bacino di laminazione, con ingresso da viale Stazione.

Gli orti saranno assegnati, entro la stagione autunnale, a residenti del Comune di Occhiobello che abbiano almeno 18 anni e non possiedano o conducano terreni adibiti o da adibire alla coltivazione. Saranno anche tenute a disposizione alcune particelle per le associazioni di volontariato del territorio, che ne facciano richiesta, per contribuire al sostentamento delle famiglie bisognose.

La graduatoria per l’assegnazione degli orti urbani sarà predisposta dagli uffici comunali attribuendo a ciascun partecipante il punteggio che terrà conto del reddito per fasce Isee, età del richiedente, composizione il nucleo familiare, situazione di handicap del richiedente o di persona convivente nel nucleo familiare. Ciascuna particella di terreno, che avrà le dimensioni di cinque per tre metri e costerà cinquanta euro annui, potrà essere assegnata per massimo tre anni.

La gestione dell’orto dovrà prevedere tecniche di coltivazione naturali e biologiche o a basso impatto che valorizzino la fertilità del suolo con la rotazione delle colture (ortaggi, piccoli frutti e fori). È vietato utilizzare la superficie assegnata per scopi diversi dall’attività agricola e, da parte degli assegnatari, dovranno essere eseguite cura, manutenzione, pulizia del lotto per il quale non è ammesso, nemmeno temporaneamente, l’incolto o l’abbandono parziale.

UFFICIO STAMPA COMUNE DI OCCHIOBELLO





Commenti