“L’annullamento certifica la loro incapacità”

La vicenda delle elezioni del congresso cittadino del Partito Democratico si arricchisce di un nuovo capitolo con la nota odierna, riportata integralmente, del consigliere comunale Mirko Mollaroli.L’annullamento certifica la loro incapacità, io l’anno scorso mi sono iscritto regolarmente al Pd, nei miei confronti c’è stato un misero tentativo di accanimento per questioni politiche nascoste dietro confusione burocratica per mancanza di una firma dopo che per settimane il segretario uscente e da me regolarmente sconfitto si è rifiutato di consegnarmi la scheda del rinnovo, del resto si è portato via anche i soldi delle tessere rinnovate pur non essendo più il legittimo segretario del Circolo di Occhiobello.

Io stesso ho chiesto l’annullamento del congresso per dimostrare, come poi è accaduto, l’incapacità di gestione di certi soggetti del circolo. È paradossale che nel Pd regionale hanno annullato solo il congresso di circolo mentre hanno ritenuto valida per l’elezione regionale la mia iscrizione e il mio voto, e come il mio anche quello di altri iscritti che contestano il fatto di non essere validi. È evidente che è tutta una manovra politica territoriale per screditare chi come me vuole rilanciare il circolo di Occhiobello, mi dispiace che la democrazia tanto sbandierata nel circolo venga svilita da giochetti burocratici. Ora insieme alle decine di iscritti che mi hanno votato decideremo cosa fare, per me la politica è stare in mezzo ai cittadini e parlare di problemi veri non certo questi ridicole manovre burocratiche”.

NOTA EDITORIALE — Leggendo tutti questi testi i cittadini di Occhiobello sono liberi di costruirsi la propria opinione sulla vicenda

Di seguito la nota di Tiengo in cui si annunciava l’annullamento del congresso cittadino del PD decisa dalla sezione regionale.





Commenti