SAPNA

La Sapna smentisce il comune di Quarto

La nota stampa ufficiale diramata, ieri (lunedì 27) dal comune di Quarto in merito ai “disagi per lo smaltimento dei rifiuti” non ha convinto gli attivisti del meetup#Quarto 3.0 che, oltre a redigere il comunicato inviato questa mattina (intorno alle ore 11.50), hanno contattato la Sapna che era all’oscuro di quanto sostenuto dall’ente di via De Nicola. Lette le notizie diffuse dal Comune (pubblicate da noi e da Cronaca Flegrea), la società partenopea ha diramato una propria nota ufficiale breve, ma molto chiara, esplicita. “E’ doveroso, da parte nostra precisare, che non è assolutamente vero che la Sapna non permette lo scarico dei rifiuti. Gli impianti STIR, gestiti da SAPNA, presso i quali i comuni della provincia di Napoli conferiscono la frazione indifferenziata del rifiuto urbano, funzionano regolarmente”. La scrivente chiede che “quanto pubblicato venga correttamente rettificato onde evitare allarmismi tra la popolazione”.  Prontamente abbiamo inserito questo nuovo articolo (diffuso su face book con le stesse modalità del precedente all’interno del quale è stata inserita quest’importante comunicazione) che dissimula alcuni dubbi, ma ne fa sorgere altri. “Perché il Comune ha diffuso quella nota?” Quali sono i reali motivi del disagio? “I cittadini vogliono conoscere la vera causa all’origine della nota diffusa dall’amministrazione multi variopinta di Quarto” domandano gli attivisti che evidenziano che da una verifica effettuata sul sito della SPA nei mesi di maggio e giugno il Comune ha “conferito di norma il lunedì ed il martedì in assenza di comunicazioni ufficiali da parte della società”, quindi, “perché diffondere quel comunicato? Forse si stanno effettuando delle prove di lettura del pensiero?”

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.

 

IL COMUNICATO STAMPA DEL COMUNE DI QUARTO

Disagi per lo smaltimento dei rifiuti

 





Commenti