Ordinanza del sindaco per emergenza Covid 19

Il sindaco Sondra Coizzi ha firmato l’ordinanza contingibile e urgente “circa misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. I mercati settimanali (mercoledì a Santa Maria Maddalena, giovedì della Coldiretti in via Eridania e sabato a Occhiobello), si terranno regolarmente.

L’ordinanza del sindaco (n. 44/2020) segue la precedente ordinanza (1/2020) del ministro della Salute Speranza e del presidente della Regione Zaia, con cui è stata adottata la chiusura dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole di ogni ordine e grado, nonché la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi in luoghi pubblici o privati sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva, religiosa, discoteche e locali notturni, sospensione dei servizi di apertura al pubblico dei luoghi di cultura.

Essendo necessario rafforzare ulteriormente le misure di sorveglianza sanitarie adottate, per prevenire, contenere e mitigare la diffusione dell’infezione Covid-19, l’ordinanza del sindaco dispone dal 24 febbraio al 1 marzo:

la chiusura di biblioteca, teatri, piscina comunale, palestre comunali e private, impianti sportivi (stadi e spogliatoi), centri anziani ricreativi, università popolare, locali notturni, di intrattenimento di qualsiasi tipologia;

la sospensione di tutte le manifestazioni culturali e di intrattenimento (musica dal vivo, concerti, karaoke, feste, corsi privati di musica, ballo, ginnastica ecc.) che comportino l’aggregazione di più persone;

la sospensione di tutte le celebrazioni pubbliche di Sante Messe (feriali e festive), incluse quelle del mercoledì delle ceneri, sacramenti, sacramentali, liturgie e via crucis, a eccezione dei funerali a cui si richiede la partecipazione ristretta ai soli familiari e tutti gli incontri di catechesi e ogni altra attività nei centri parrocchiali.

Per quanto riguarda i mercati settimanali, si raccomanda di osservare le indicazioni finora suggerite dalle autorità sanitarie, cercando di evitare assembramenti di persone.

Sempre dall’ufficio stampa del Municipio fanno sapere che è “attivo il Coc (centro operativo comunale) del Comune di Occhiobello. La misura è stata adottata come da prescrizioni della Prefettura. L’apertura del Coc comporta che, a partire dal 24 febbraio fino al 1 marzo, siano attive le funzioni obbligatorie per la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. La prima riunione di coordinamento sarà martedì 25 febbraio alle 9 in municipio tra amministrazione comunale, ufficio tecnico, polizia locale, servizi sociali, protezione civile e segretario comunale. Verranno valutate le peculiarità del territorio in rapporto alle eventuali emergenze che dovessero sorgere”.

ULTERIORI INFORMAZIONI DI PUBBLICA UTILITA’





Commenti