Domenica e lunedì le elezioni regionali

Domenica e lunedì si voterà anche per il rinnovo del Consiglio regionale del Veneto e per l’elezione del nuovo Governatore. Per quest’ultimo ruolo sarà eletto colui che avrà ottenuto anche un solo voto in più degli altri (non è previsto il ballottaggio).

I candidati sono 9:

  • L’uscente Luca Zaia sostenuto dalla coalizione di centro destra che comprende la civica Zaia Presidente, la Lega Nord – Liga Veneta, Fratelli d’Italia, Forza Italia Autonomia, Lista Veneta Autonomia – Liga Veneta Repubblicana
  • Arturo Lorenzoni che è appoggiato dal Partito Democratico, Europa Verde, Sanca Autonomia, Il Veneto che Vogliamo, Volto Europa.
  • Daniela Sbrollini di Italia Viva, Partito Socialista Italiano, Partito Repubblicano Italiano, Civica Veneto
  • Enrico Cappelletti del Movimento 5 stelle
  • Paolo Girotto per il Movimento 3V Libertà di scelta
  • Antonio Guadagnini del Partito dei Veneti
  • Patrizia Bartelle per Italia in Comune
  • Simonetta Rubinato di Veneto Rubinato
  • Paolo Benvegnù per Solidarietà Ambiente Lavoro

Se uno dei candidati otterrà più del 40% dei voti gli spetterà un premio di maggioranza, ovvero, il 60% dei 50 seggi disponibili. Per aver diritto ad almeno 1 scranno le coalizioni dovranno superare il 5% dei consensi (solo il 3% per le singole liste).

I cittadini potranno scegliere:

  • 1 candidato Governatore
  • 1 o 2 candidati consiglieri della stessa lista (di genere diverso se si indicano due persone)
  • Possibile il voto disgiunto tra Governatore e consiglieri
  • Se si sbarra solo la lista il voto sarà valido anche per il candidato Governatore ad essa collegato

I cittadini dovranno presentarsi ai seggi minuti della tessera elettorale (con caselle ancora libere) e della carta d’identità valida.

Il Comune di Occhiobello comunica che le sezioni elettorali numero 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10” solitamente collocate nella scuola di via King saranno, invece, posizionate nel plesso di via Amendola. “Lo spostamento, deciso dalla giunta, è dovuto a motivi di sicurezza: le aule sono più grandi, mediamente oltre i 50 mq” (contro i 34 mq dell’altro stabile) “non vi è possibilità di interferenza tra elettori e componenti del seggio e le distanze di sicurezza potranno essere rispettate”. La nuova sede ha “3 ingressi distinti con uscite diversificate per quanti hanno votato evitando così assembramenti, ogni locale interno è ampiamente arieggiato e non vi sono barriere architettoniche”.

Dal municipio chiariscono che “le tessere elettorali non dovranno essere sostituite in quanto il trasferimento dei seggi è temporaneo e legato solo all’emergenza Covid”.

Dal Comune aggiungono che:

  • Per rispettare le misure di sicurezza saranno distinti gli ingressi a seconda dei seggi: il 4, il 5 ed il 6 entreranno da via Mattei (una segnaletica arancione indicherà il percorso da seguire per arrivare alle aule), il 7 e l’8 da via Amendola (ingresso principale, con la segnaletica gialla), il 9 e 10 dall’Auditorium (segnaletica fucsian)
  • E’ obbligatorio l’uso della mascherina all’interno dello stabile
  • domenica e lunedì, fino al termine delle operazioni di voto, sarà chiuso il tratto di via Mattei, compreso fra via Amendola e via Gramsci. Sarà adibito a parcheggio lo spazio verde attorno alla pista di pattinaggio di via King, a cui si potrà accedere da via Kennedy. Si consiglia, quindi, di usufruire di quest’area di sosta e lasciare libere al transito le vie adiacenti alla sede di seggio.

URNE APERTE ANCHE PER IL REFERENDUM PER LA RIDUZIONE DEL NUMERO DEI PARLAMENTARI.





Commenti