Sondra Coizzi ottimista per il futuro

Il 2020 è stato un anno difficile per l’economia italiana e quella di Occhiobello non ha fatto eccezioni con il definitivo fallimento (datato 16 ottobre) della società proprietaria dell’Outlet che ha posto fine ad un’agonia che durava da troppo tempo. “Si è chiusa un’era, se ne aprirà un’altra – afferma il sindaco Sondra CoizziHo sempre detto che prima di parlare del futuro della struttura bisognava attendere la conclusione delle vertenze giudiziarie. Ora il sito è curato dal Tribunale che valuterà le manifestazioni di interesse, con altre destinazioni d’uso, che erano emerse. Il 2021 potrebbe essere decisivo per conoscere la sorte di quell’area” che non deve essere un’eterna incompiuta ancor più perché poco distante da uno degli ingressi al paese che spera di rilanciarsi anche attraverso la Zona Logistica Semplificata di Venezia e Marghera che, nei mesi scorsi ha subito dei rallentamenti a causa della pandemia, ma il primo cittadino ha ricevuto “forti rassicurazioni dalla Regione che diventerà realtà nel 2021” e, nel frattempo, lei ed il consigliere Mirko Mollaroli, sono in “costante, continuo contatto con imprenditori italiani e non” che hanno palesato interesse per il paese che potrà crescere puntando anche sul turismo. “Occhiobello è conosciuto come porta di passaggio tra il Veneto e l’Emilia Romagna, ma – sottolinea l’assessore al marketing territoriale Raffaele Ziosiè anche in una posizione importante lungo il corso del Po il cui Delta, nel versante veneto, è sempre stato poco valorizzato, messo a sistema, sul piano turistico. Cercheremo d’entrare in questa struttura” e ciò garantirà un beneficio alle attività ricettive, alla ristorazione che hanno particolarmente sofferto con la cancellazione di numerose iniziative culturali, sportive, ricreative. A queste realtà economiche e ad altre (circa 200) sarà recapitata una terza rata della Tari di importo ridotto perché tiene conto dei giorni di chiusura per le zone rosse ed arancione. Circa 40000 gli euro stanziati dall’amministrazione che, inoltre, manterrà invariata la Tari per i residenti. Diversi, in queste settimane, sono stati contenti per la nuova collocazione, in via Palladio, del mercato agricolo (seguita dal presidente del consiglio Matteo Corrain) che, come quello del sabato in piazza Matteotti e del mercoledì in piazza Maggiore, sono stati sempre operativi durante quest’emergenza sanitaria (rispettando nuove regole organizzative). Un piccolo segnale di normalità in mesi difficili sul piano sociale ed economico. “Nel 2020 gli enti locali hanno ricevuto un concreto aiuto dallo stato – ammette l’assessore al bilancio ZiosiPer ora il prospetto di previsione presenta due criticità fondamentali: l’incognita sulle entrate (è difficile fare previsioni) e sulla fine della sospensione dei pagamenti dei mutui contratti in passato che ora dobbiamo corrispondere con importi che crescono di circa 160000 euro annui”. Cifre che condizionano pesantemente le azioni della giunta con il sindaco che ricorda che oltre ai “100000 euro versati per l’iter giudiziario legato alla realizzazione della tangenziale” ce ne sono altri che “stanno per concludersi” e, di conseguenza, le “nostre risorse economiche saranno” usate “in gran parte per chiudere situazioni antiche, non dipendenti dalla nostra volontà” che è orientata all’attuazione di un “programma elettorale molto pratico”, ma Sondra Coizzi è “ottimista per il futuro”, nutre “grandi speranze nelle nostre capacità”, nello spirito di gruppo, nella sinergia creatasi tra la “parte politica” e gli uffici. In questi sono stati assunte 8 nuove persone che sostituiscono coloro che sono andati in pensione o sono stati trasferiti come il Comandante della Polizia Locale Monica Montanari. “La sfida più grande per l’ente è stata lo smart working – evidenzia l’assessore alle risorse umane Silvia FusoIl primo bilancio è positivo, ma sappiamo che ci sono aspetti in cui possiamo crescere, migliorare. Durante questa pandemia sottolineo il grande impegno del COC e dei volontari che, con grande dedizione, professionalità, hanno fronteggiato un’emergenza nuova” e che, purtroppo, non è ancora finita.

La redazione di Risonanze Mediatiche augura ai suoi lettori un sereno 2021 sereno, ricordandoci di rispettare sempre le prescrizioni anti Covid 19

ANCHE LA TUTELA DEL TERRITORIO ED IMPORTANTI LAVORI PUBBLICI NELL’AGENDA DELL’AMMINISTRAZIONE





Commenti