Il nostro comune appare in declino su vari fronti

Tra le varie voci che si rincorrono in paese, ci arriva una notizia allarmante che, purtroppo, risulta veritiera. La filiale della banca Intesa Sanpaolo, insediata nella piazza del capoluogo da tempo immemore, chiuderà a breve. Quindi, dal prossimo mese di giugno, un altro servizio essenziale sparirà dalla principale piazza del centro storico. Diverse sono le attività che hanno cessato o che hanno individuato altri siti per la propria attività; ma i nostri concittadini hanno bisogno di godere dei servizi  essenziali anche nel capoluogo. Ci domandiamo se e come l’amministrazione comunale intenda intervenire per cercare di evitare questa ennesimo depauperamento. Ricordiamo a tutti che, verso la fine degli anni ottanta, l’amministrazione comunale del tempo, con l’ausilio di tutti i gruppi consiliari, riuscì ad evitare la chiusura dello sportello, all’epoca Cassa di Risparmio di PD e RO. Si fece leva in maniera determinante sui rapporti tra ente locale ed istituto bancario. E oggi? Auspichiamo che l’amministrazione esca dal mutismo ed intervenga celermente e in modo incisivo. Il nostro comune appare in declino su vari fronti. A questi si va ad aggiungere piazza Matteotti, che rischia di vedere l’unica presenza del municipio. Le promesse di chi oggi governa Occhiobello comprendevano l’incremento delle attività del centro storico. Per coerenza, il sindaco e la sua squadra perciò devono da subito attivarsi per difendere, almeno, quel poco che è rimasto nel territorio.

COMUNICATO STAMPA OCCHIOBELLO PER TE





Commenti