LEZIONE 4 bis

Il volontariato entusiasma i bambini di Quarto

Il volontariato entusiasma i bambini di Quarto. Numerosi gli alunni delle classi 5e del plesso “Giovanni Falcone” del II Circolo Didattico che hanno seguito la lezione (tenutasi lunedì 13 aprile) del progetto “Imparando con la Protezione Civile” (svolto dal gruppo comunale di volontari di Protezione Civile e dall’associazione La Fenice) in cui sono state impartite nozioni sull’attività di questa struttura nazionale, nata nel 1992, e ramificata in tutte le regioni dove c’è una sala operativa unificata dotata di apparecchiature sofisticate. A livello locale la massima autorità nel settore è il sindaco che è il primo responsabile dell’incolumità dei cittadini in occasione di eventi calamitosi (terremoti, alluvioni, frane). Un gradino sotto c’è l’ufficio comunale, il coordinatore che organizza l’attività dei volontari che operano gratuitamente collaborando, in caso di calamità, con le forze dell’ordine, gli operatori del soccorso alpino, della forestale, con i vigili del fuoco. Per diventare volontari bisogna essere maggiorenni, ma sapere come comportarsi in situazioni di emergenza è importante per non farsi prendere dal panico e per saper affrontare le calamità che non sono prevedibili. La Campania è un’area bellissima, ma è soggetta ad alcuni rischi naturali. Lo è, nello specifico, anche Quarto in virtù della conformazione del territorio. Frane, alluvioni non sono rari in questo paese dove, fortunatamente, ci sono tante persone che amano aiutare il prossimo in queste occasioni o durante eventi in cui è prevista una grossa affluenza di gente (tipo la Festa di Santa Maria, le processioni religiose). Realtà che si impegnano anche nella salvaguardia dell’ambiente.

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.





Commenti