case popolari

Monteruscello, funerale in corso, le occupano casa

Un increscioso episodio si è verificato nella mattinata odierna a Monteruscello, per la precisione in via Pasolini verso le ore 11. Una donna con un bambino, aiutata da un uomo che ha scassinato il cancello di ingresso, ha occupato abusivamente la casa popolare che era intestata ad un’anziana defunta nei giorni scorsi e della quale negli stessi istanti si stava svolgendo il funerale.
A rendere più preoccupante la storia è un particolare. L’occupante aveva il certificato di residenza della defunta. E ciò non viola le leggi vigenti. Il comma 1 dell’art 33 del D. P.R. 30 maggio 1989 n.223 e prevede che “L’ufficiale d’ anagrafe rilascia a chiunque ne faccia richiesta, fatte salve le limitazioni di legge, i certificati concernenti la residenza e lo stato di famiglia”. Nella pratica tale documento è dato a tutti, tralasciando il paragrafo “quel fatte salve le limitazioni di legge”, e sovente non chiedono neppure la carta d’identità, ma si limitano a domandare se lo si vuole in carta semplice o in bollo e di pagare i relativi diritti di segreteria che rispettivamente corrispondono a € 0,26/0,52 ( in questo caso devi portare anche la marca di € 14.62).
Una procedura che consente, quindi, a chiunque di avere queste informazioni relative ad altri soggetti, anche non legati da alcun vincolo di parentela. E come è tutelata la privacy?
Perché non emettere un’ordinanza che impone al soggetto che richieda un certificato di residenza una delega con fotocopia della carta d identità della persona per la quale si richiede la residenza.

 

PROMUOVI LA TUA ATTIVITA’ COMMERCIALE SU RISONANZE MEDIATICHE E QUARTO MAGAZINE CON LA PROMOZIONE “INVESTI IN PRIMAVERA”: mezza pagina pubblicitaria sulla rivista Quarto Magazine + box sul sito Risonanze Mediatiche a soli 100 euro.
L’offerta è valida solo per i mesi di maggio e giugno.

Per informazioni contattare il numero 328 1041539





Commenti