LA VOCE 27

Un’associazione per valorizzare la nostra terra

E’ nata una nuova associazione. “La Voce” è la realtà nata dalla volontà di concretizzare, con azioni tangibili, le attenzioni che sono state dedicate alla città di Quarto attraverso le attività svolte, da circa 10 mesi, dal gruppo Facebook “La Voce di Quarto”. Un gruppo con oltre 5000 membri, di cui moltissimi tanto energici, partecipi vogliosi di sapere, di informarsi degli avvenimenti che si susseguono sul territorio, ma anche vogliosi di divertirsi, di passare qualche minuto in compagnia alleggerendo le proprie giornate grazie anche alle rubriche (oroscopo, proverbi) proposte dagli organizzatori. Bene, “La Voce” avrà proprio quest’obiettivo, riportare alla luce i lati positivi delle persone attraverso una maggiore attenzione alle radici, alla terra nativa, attraverso eventi che pongono la cultura al centro di tutto. “L’associazione sarà il luogo dove tutti potranno vivere, partecipare e avere spazio per esprimere le proprie idee, mettere a disposizione le proprie potenzialità – afferma il presidente Giulio Intemerato Il paese è ricco di risorse umane, artistiche, storiche ed il nostro intento è dare voce a queste ricchezze”. Sorrisi e battute fanno trasparire la semplicità con cui opererà quest’associazione che punta anche sull’amicizia, sulle complicità positive. “L’associazione vive con il confronto continuo delle idee, cresce con il dialogo, si alimenta con l’energia di tutti coloro che vogliono e vorranno costruire l’anima positiva della nostra comunità – continua il presidente – Chiunque potrà farne parte, tutti coloro che vorranno, come noi, uscire dallo schermo ed iniziare a dare qualcosa in più per Quarto sono i benvenuti. Abbiamo in cantiere diverse iniziative interessanti che speriamo di concretizzare nel più breve tempo possibile. Mirano alla valorizzazione del patrimonio artistico, storico ed ambientale”. “Sono moltissime le aspettative che riponiamo in questo progetto – sottolinea il vicepresidente Caterina Laita – E’ molto importante riportare a Quarto, così come per ogni territorio, la cultura dell’essere. Il conoscere ciò a cui si appartiene è alla base della consapevolezza personale e questo dovrebbe essere priorità di tutti. Giulio, io e gli altri soci, insieme a quanti vorranno unirsi a noi, siamo pronti per giocare questa carta. In paese ci sono numerose associazioni, potrebbe essere bello, un giorno, creare una sinergia”. “Nessuna concorrenza, nessuna rivalità sfrenata, eccessiva” ribadisce il presidente Intemerato sottolineando ancora una volta come “La Voce” proverà a fare del suo meglio. “Paura di non riuscire? Chi non opera non sbaglia e – conclude – noi cercheremo di operare più possibile sul nostro territorio con l’intento di sbagliare il meno”.

 

ARTICOLO TRATTO DAL NUMERO DI DICEMBRE DEL MENSILE “QUARTO MAGAZINE”

 

Se leggi questo messaggio significa che hai letto l’articolo. Ora clicca sul google adsense inserito in questa pagina. Un gesto piccolo, veloce, gratuito per te, ma molto importante per noi.





Commenti