PIAZZALE EUROPA 22

Rimodulato il calendario della raccolta differenziata

Rimodulato il calendario della raccolta differenziata. “Al fine di migliorare il servizio in termini di efficacia, efficienza ed economicità” e “di aumentare i proventi, nonché di agevolare il deposito dei rifiuti anche da parte delle attività produttive presenti sul territorio” con la delibera della giunta n. 72 dell’11 maggio scorso è stato deciso di “modificare, in modalità sperimentale fino a nuova eventuale” variazione da parte del comune, “a far data dal 1° luglio prossimo” la programmazione del conferimento della spazzatura “così come concordato con la Commissione Ambiente a seguito del verbale n. 14580” del 21 aprile del corrente anno in cui emersero “variazioni delle esigenze della cittadinanza”. Spesso il sabato sera, all’esterno dei negozi, restava una grande quantità di “tal quale” che era brutta da vedere. Ora non accadrà più.

Dal 1° luglio, quindi, la popolazione dovrà seguire questo schema:
Lunedì carta e cartone (nei sacchi di colore bianco)
Martedì multi materiale e vetro (nei sacchi di colore celeste)
Mercoledì umido (scarti organici di cucina, nel contenitore verde)
Giovedì tal quale secco (giocattoli, accendini, lamette, spazzolini, spugne, spazzolini e/o assorbenti, piatti rotti, strofinacci, cassette audio e video – nel contenitore marrone)
Venerdì e domenica umido
Sabato nulla.

In sostanza sono stati cambiati i giorni ed è stato reintrodotto il “multi materiale pesante” ovvero l’insieme di plastica, acciaio, alluminio e vetro “al fine di risolvere problematiche ambientali emerse nel periodo di vigenza dell’attuale sistema che, altrimenti, è risultato non conveniente per l’ente”. In poche parole un risparmio economico che è positivo.
Non è chiaro, specificato se è stata valutata l’opportunità di aggiungere un secondo conferimento del tal quale richiesto, tramite facebook, mesi fa da alcuni residenti, mentre altri auspicavano una raccolta specifica per le feci degli animali e per i pannolini. Tenerli in casa sporchi per una settimana intera è poco gradevole soprattutto in estate con le alte temperature e la naturale fermentazione che ne deriva. Su sollecitazione di un’associazione fu effettuato un esperimento di “prelievo a domicilio previo contatto telefonico”, ma i risultati furono bassi per la poca informazione, sensibilizzazione e la “macchinosità” del sistema.

 





Commenti