Covid 19, Coizzi: “Il vaccino serve”

Giornata ricca di comunicazioni da parte del sindaco di Occhiobello Sondra Coizzi. In primis il nuovo aggiornamento sugli attualmente positivi: sono 117 di cui 2 sono i ricoverati mentre sono 243 le persone in sorveglianza attiva, di cui 46 per contatto scolastico. “Il vaccino serve – commenta – perché come dimostrano le evidenze scientifiche, in caso di eventuale contagio nei vaccinati, riduce i rischi di aggravamento della malattia. Con il nuovo decreto saranno modificati i criteri per definire i giorni di quarantena, in caso di contatti con positivi, in considerazione della vaccinazione effettuata, per cui invito a informarsi consultando le direttive ministeriali”. Ricordiamo che la Protezione Civile Occhiobello Stienta ha riattivato il servizio di consegna a domicilio di farmaci e spesa alimentare (dettagli nel link riportato in fondo all’articolo).

Il primo cittadino, insieme all’assessore alla cultura Lorenza Bordin ed al consigliere Laura Bella, sono statte a San Benedetto Po (provincia di Mantova) dove sono stati accolti dal sindaco Roberto Lasagna e dall’assessore alla cultura Vanessa Morandi. “E’ stato grazie all’impulso nato da Occhiobello in occasione del 70°  anniversario dell’alluvione, che è sorto un rapporto con il Comune di San Benedetto Po e un lavoro di recupero di documenti dell’epoca – afferma Coizzi – Tra i due paesi è nata la prospettiva di una collaborazione per attività culturali, storiche e turistiche il primo risultato è stato creare un mostra dei documenti d’archivio sui trenta barcaioli che portarono soccorso a Occhiobello, di questi trenta è stato possibile recuperare ventun nomi e le loro storie. Ringrazio il sindaco Lasagna per l’accoglienza e per la visita al museo della civiltà contadina dove sono esposti gli interessantissimi documenti”.

Il sindaco ha, inoltre, partecipato ai funerali di Riccardo Bertasi, tragicamente scomparso nei giorni scorsi. “Unendomi al cordoglio per la famiglia, vorrei ringraziare quanti per giorni si sono prodigati nelle ricerche: il personale della Polizia locale e il comandante Girolamo Simonato, i volontari dell’Anc, la Protezione civile, le forze dell’ordine e i Vigili del fuoco. Tutte queste persone non hanno mai smesso di scandagliare il territorio e usare tutti i mezzi possibili ai fini della ricerca, anche durante i giorni di festa. Una grande prova di sinergia e collaborazione a cui va il nostro grazie”.

Infine il primo cittadino ha voluto salutare Milva Zanella che il 31 dicembre concluderà il suo rapporto di lavoro con il Comune di Occhiobello e andrà in pensione. Fu assunta nel 1986 al comando della Polizia locale dove rimase fino al 1999, anno in cui passò a un ruolo amministrativo nell’area finanziaria e poi ai lavori pubblici. ”La sua professionalità è da tutti riconosciuta – sottolinea – A nome dell’amministrazione comunale, le auguro un sereno prosieguo. Colgo l’occasione per ringraziare un altro dipendente andato recentemente in pensione, Giuseppe Ottoboni che ha svolto per anni servizio nell’area manutenzioni dei lavori pubblici”.

COMUNICATI STAMPA

DETTAGLI SUL SERVIZIO DI CONSEGNA A DOMICILIO DEI FARMACI E DELLA SPESA





Commenti